Arriva il freddo, Lopa della Consulta Nazionale Agricoltura: “Ci si protegge con i frutti della nostra terra”

Arriva il freddo, Lopa della Consulta Nazionale Agricoltura: “Ci si protegge con i frutti della nostra terra”

dicembre 6, 2018 0 Di

Con l’arrivo del freddo, la pelle più che mai ha bisogno di essere curata e nutrita dall’esterno, ma anche dall’interno, perché possa essere sempre bella fresca ed abbronzata. Le ore di luce sono sempre di meno, il freddo incalza, minaccia di raffreddori e pericolo di influenza.  Necessità allora di una dieta mirata, con cibi ricchi di vitamine, sali minerali, oligoelementi e acidi grassi che aiutano l’epidermide a trovare e Conservare tono, luce e compattezza. La dieta contro il freddo si divide in 2 fasi: Inizio: lo scopo è rassodare e dare elasticità alla pelle grazie al consumo di alimenti ricchi di vitamina E assicurando tono, luce e compattezza, difendendo la pelle dal freddo, ma anche dal passare del tempo. In un secondo tempo la dieta si arricchisce di alimenti ricchi di vitamina C, rendendo la pelle più forte ed in grado di superare il freddo dell’inverno. Contro il freddo, cibi importanti sono anche quelli ricchi di magnesio e zinco: agrumi, kiwi, ananas, broccoli,…sono tutti cibi importanti per difendersi dal freddo. La dieta invernale deve apportare calore, energia e nutrimento, unendo e bilanciando gusto e salubrità. Un alimento molto utile in questo è il miele, ottimo dolcificante, soprattutto a colazione, insieme al latte. Fondamentali i legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché oltre ad apportare energia contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l`organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali, in più contengono lecitina, fonte di fosforo ed immunizzante per le infezioni batteriche; inoltre sono ingredienti basilari per molti cibi tradizionalmente associati alla stagione, e assai gustosi, come zuppe e minestroni, insieme a cereali come il riso, l’orzo o il farro. Proprio questi cereali, insieme ad altri come il miglio e la segale, meglio se integrali, sono fonte dei carboidrati complessi necessari a dare energia e calore. Tutti alimenti e prodotti del  territorio della tradizione gastronomica Partenopea, che possono rendere più salutare il nostro inverno. Cosi il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, già Delegato per la Provincia per il settore Agroalimentare, Rosario Lopa, partecipando ad una tavola rotondo sui prodotti tipici del territorio.