Controfestival di Margi Villa Del Priore

Controfestival di Margi Villa Del Priore

febbraio 7, 2019 0 Di

Ottimi  solo Michelle Hunziker, Mengoni , i comici Pio e Amedeo e  Riccardo Cocciante !L’inizio del Festival  di Sanremo è stato sottono  e ce ne siamo accorti tutti, una carrellata di canzoni con falsi siparietti scritti dagli autori .Un Baglioni che si mostra muto, non favella mai , un po’ sottotono e che sembra che passa di lì per caso e non sa che dire! Ma si è reso conto che ha  scritto con gli autori il festival  ed è il direttore artistico del più antico festival della canzone italiana? Bah, bah, bah ! L’Italia è cultura, arte, storia, tradizione culinaria e tradizione musicale, ora  chi ci guarda in eurovisione, chissà che penserà ! Non decolla perché ci sono troppi problemi di comunicazione visiva oltre che musicale perché la vera protagonista deve essere solo la musica . Baglioni fa parte della storia della musica italiana e con le sue canzoni ha cresciuto intere generazioni, ma il problema è la conduzione di Bisio e di Virginia Raffaele che non sono presentatori !  Virginia Raffaele  è una bravissima imitatrice e Claudio Bisio  è un ottimo interprete di cinema ma il problema del Festival è la sua scrittura, perché scrivere il prestigioso Festival di Sanremo conosciuto in tutto il mondo è difficile !   Perché dobbiamo assistere a gag superficiali, a un Bisio che canta e stona. Ridateci  la professionalità di Michelle Hunziker che serrava i ritmi con grande preparazione e padronanza della scena e del ritmo televisivo , malgrado aveva un attore imbalsamato come Favino. Ridateci  Amurri e Verdi, gli autori che hanno scritto pagine di televisione  indimenticabile .Ridateci Modugno, Dalla, Achille Togliani e Claudio Villa. La televisione come il cinema,  salvo rari casi,  vive la stessa crisi , l’ignoranza di autori che non sanno scrivere la tv  e sceneggiatori che non sanno scrivere le sceneggiature. Si salva qualche canzone che emoziona e che già canticchiamo ma il resto è una noia tale, in una scenografia che neanche piace rispetto agli altri anni, una regia banale per un festival  e il festival del frastuono perché a casa arriva un audio pessimo. La canzone di Achille Lauro non si capisce e non arriva il testo ,il gruppo il  volo come sempre riceve  dal pubblico un’ emozionante standing ovation! Arisa e Loredana Bertè sono per il pubblico in sala sanremese da standing ovation.. mah !   Fiorella Mannoia è energica, precisa e pignola con la sua nuova canzone ma è strepitosa la Mannoia  nella sua canzone storica :” Quello che le donne non dicono”,in duetto con Baglioni,  peccato che Baglioni non senta la musica e stona. Finalmente arriva il Pippo nazionale , Baudo è accolto con grande entusiasmo dal pubblico, d’altronde un grande professionista come lui è amato da tutti. Finalmente arriva la Michelle nazionale, la  Hunziker in cinque minuti ,si riprende la scena con la professionalità che la contraddistingue , canta , balla e recita, poi basta 2 minuti vicino alla comica che cerca di fare la presentatrice per capire il livello professionale della Hunziker vicino alla comica di noi altri de Roma ! Delude Baglioni nei duetti, mette in imbarazzo due fuoriclasse come la Mannoia e Mengoni , ma tutti sappiamo che duettare per un cantante è una cosa difficilissima, specialmente per Baglioni che oltre le sue canzoni non può cantare ! I comici Amedeo e Pio con ritmi serrati con tante battute intelligenti e comiche finalmente ci fanno ridere , la prima risate dopo due serate !