Controfestival di Margi Villa Del Priore

Controfestival di Margi Villa Del Priore

febbraio 8, 2019 0 Di

Parte preciso alle 20.52 la terza serata del Festival di Sanremo. “ Anche stasera siamo vivi e siamo qui“ ecco le prime parole di Claudio Baglioni, che sembra quasi un tremendo presagio, bah! Inizia lo show con  gag imbarazzanti dei presentatori, naturalmente che hanno provato e riprovato !Trovo che ogni siparietto sia un’offesa all’intelligenza degli italiani, cerco di concentrarmi sulla musica stasera con altri 12 concorrenti in gara, la Tatangelo con un testo particolare , parla dell’amore , delle pause di riflessione e dei dubbi dell’amore, la contraddistingue la classe, l’eleganza e l’interpretazione romantica . Il cantante Ultimo conquista me e tutto il pubblico. Renga arriva con il suo fascino e con la dolcezza  e l’eleganza che lo contraddistingue con una canzone che funziona! Patty Pravo e Briga sono molto uniti nell’interpretazione della canzone ma soprattutto in perfetta sintonia da palco sanremese. Simone Cristicchi interpreta ed emoziona con entusiasmo del pubblico in sala che lo premia con un lungo applauso e rigorosamente tutti in piedi!Lui è un uomo ed artista unico, emozionato ed emozionante. Il primo ospite è Antonello Venditti che incanta e ipnotizza la platea sanremese, ma guardando il palco sembra la festa dell’Unità con gli stessi cantanti. Basita davanti all’esecuzione dei due presentatori  che ahimè anche alla terza serata non sono in sintonia ma ormai a questo ci siamo abituati, rovinano la bellissima  canzone di Sergio Endrigo e quindi non arriva il messaggio .Arriva Alessandra Amoroso che festeggia il suo decennale della carriera , naturalmente con pubblicità annessa del suo tour nazionale che parte a breve e si commuove. Amoroso e Baglioni duettano , lei con una voce straordinaria e un’ottima interpretazione e  lui rovina come sempre la bella musica. Bellissimi i fiori di Sanremo nelle mani delle cantanti che portano un segno di eleganza . Ornella Vanoni si riprende le sue rivincite , accusando  la comica che l’ha imitata in varie trasmissioni e le fa un super cazziatone. Il duetto cantato delle due signore  non arriva per il semplice fatto che ognuna va per conto suo. Comunque standing ovation per la Vanoni, ironica, simpatica, non rincoglionita e soprattutto vera, presenta anche la sua amica Patty Pravo, potrebbe essere un’ottima presentatrice del Festival. Raf e Umberto Tozzi fanno ballare il teatro Ariston, tutti in piedi a ballare,  finalmente irradiano di energia e musica nel segno di quello che dovrebbe essere la kermesse sanremese, il pubblico lancia e intona una canzone, non programmata , spontanea e non costruita come dovrebbe essere un Festival nel segno della verità e del non costruito. Un po’ di energia giovanile finalmente arriva alla fine con Fabio  Rovazzi, emozionatissimo forse anche troppo tra gag e due canzoni . Il saluto finale è doveroso  alla grande interprete di Mia Martini, in previsione del film per la televisione che la rai trasmetterà la settimana prossima. Comunque al di là di Sanremo vince il web che con i suoi mille post, colori e verità  è la vera modernità del Festival del 2019 perché il web dice solo verità !