Terza Categoria. Derby sospeso per invasione dei tifosi locali.

Terza Categoria. Derby sospeso per invasione dei tifosi locali.

febbraio 11, 2019 0 Di

Un sabato bestiale sul rettangolo verde. In Terza categoria è accaduto l’inverosimile tra Real Sant’Egidio e Atletico San Valentino Torio, match valido per il girone A e durato poco più di 40^. Sul risultato di 2-0 la partita è stata sospesa in favore dei padroni di casa.  Sul profilo facebook della società dell’Atletico San Valentino – come riporta il Mattino – è stato ricostruito l’accaduto: “Dopo il raddoppio e con la partita in mano qualcosa cambia negli umori dei tifosi locali che iniziano a bersagliare chiunque transiti dalle loro parti in modo inspiegabile, non tanto per quanto riguarda il linguaggio scorrile che anche se errato ci può stare sui campi ma con sputi e pietre lanciati addosso ai nostri tesserati mettendo a repentaglio la propria incolumità. La gara continua in un clima surreale con il San Valentino che non ci stà e tenta di attaccare per riportarsi in partita ma al minuto 40 succede quello che non ti aspetti: dei tifosi locali saltano la recinzione e degli altri entrano dall’ingresso del campo, aperto in modo inappropriato per non dire altro dal custode o dà chi di dovere, i suddetti tifosi tentano di aggredire i giocatori Sanvalentinesi costringendo il direttore di gara a sospendere in modo perentorio la gara facendo entrare i giocatori ospiti nello spogliatoio». A tale ricostruzione ha risposto con la propria versione dei fatti il Real Sant’Egidio, diramando un comunicato ufficiale: “Come società respingiamo le accuse emerse dal comunicato del Atletico San Valentino Torio e prendiamo le distanze da quanto accaduto. I carabinieri hanno accertato quanto avvenuto oggi pomeriggio allo stadio Spirito e lo stesso ha fatto anche il direttore di gara. Giovedì tutto sarà chiarito con il comunicato ufficiale della Figc. l Sant’Egidio resta una società pulita e che fa del fair play la sua stella polare. È orgogliosa dei suoi tifosi e condanna da sempre la violenza. Il resto si commenta da solo. A questo punto sarà decisivo il referto del direttore di gara, ovvero lo scritto prodotto dal signor Pierpaolo Amato della sezione di Salerno».