Morì al Ruggi a 13 anni, sette indagati

Morì al Ruggi a 13 anni, sette indagati

marzo 17, 2019 0 Di

C’è l’avviso di conclusione indagine per sette medici dell’ospedale “Ruggi d’Aragona”. Il tutto a seguito della denuncia dei familiari di Alessandro Farina, il tredicenne residente a Capriglia di Pellezzano, deceduto il 27 dicembre 2017 per edema cerebrale e polmonare, dopo essere stato ricoverato in gravi condizioni nel pomeriggio del giorno di Natale. L’accusa formulata dal sostituto procuratore della Repubblica, Maria Benincasa, nell’avviso di conclusione delle indagini preliminari, sarebbe di concorso in omicidio colposo, lesioni personali colpose “perché  in qualità di medici, nell’esercizio della professione sanitaria, avendo avuto in cura il paziente Alessandro Farina, mediante condotte indipendenti tra loro, tutte causalmente efficienti a determinare l’evento letale, contravvenendo alle raccomandazioni per la gestione della chetoacidosi diabetica in età pediatrica, per imperizia e, comunque, per colpa, ne cagionavano la morte”. Ora gli indagati hanno 20 giorni di tempo per depositare memorie, chiedere l’interrogatorio o esercitare tutti i diritti derivanti dalla fase procedimentale.