Pronto Soccorso Ruggi, nulla di nuovo per l’emergenza. La rabbia di Celano e Russomando

Pronto Soccorso Ruggi, nulla di nuovo per l’emergenza. La rabbia di Celano e Russomando

giugno 18, 2019 0 Di

Nonostante le sollecitazioni e le richieste di intervento perpetrate nel corso di una conferenza stampa appositamente convocata in merito ai disservizi organizzativi nei Pronto Soccorso degli Ospedali del Plesso “S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, nessun intervento risolutivo, ad oggi, pare sia stato assunto. Lo dicono i consiglieri di opposizione Roberto Celano e Ciro Russomando. Il personale del Pronto Soccorso resta insufficiente ed è sottoposto a condizioni lavorative di grande pressione e stress. A Mercato San Severino risulterebbe che, a fronte della suddetta carenza di personale, il Dirigente del reparto, nel silenzio di talune sigle sindacali nel merito sollecitate, non sarebbe stato ancora indotto dal Direttore generale a supportare i colleghi nella turnazione così come etica e norme imporrebbero. La sanità campana e salernitana targata De Luca vive, purtroppo, uno stato comatoso mai riscontrato in precedenza, senza che si intravedano le condizioni per un’inversione di rotta. Reiteriamo l’invito ai Consiglieri regionali ed ai Parlamentari eletti nella circoscrizione a recarsi nei pronto soccorso per rendersi personalmente conto delle condizioni indecenti in cui sono “stazionati” i pazienti e delle enormi difficoltà  in cui sono costretti a lavorare gli operatori della sanità in balìa di una approssimazione organizzativa non più tollerabile.