Lotito e Fabiani per il Ventura-day. L’ex tecnico dell’Italia spera di ripetere l’impresa con il Torino e intanto si accontenta…dell’adrenalina

Lotito e Fabiani per il Ventura-day. L’ex tecnico dell’Italia spera di ripetere l’impresa con il Torino e intanto si accontenta…dell’adrenalina

luglio 11, 2019 0 Di

Ecco il Ventura-day, scortato dal patron Lotito e dal direttore Fabiani. Subito il siparietto con la proprietà, con baci ed abbracci di routine per quella che dovrà essere la stagione del riscatto, sulla carta, della Salernitana. “Ci tenevo a presentare Ventura a cui sono legato da un rapporto di stima. – ha affermato Lotito – E’ uomo di calcio e non di pallone. Sicuramente potrà favorire la crescita di tanti giocatori, senza disperdere il loro talento perché sono mal impiegati. Ventura farà sì che ognuno di loro venga messo nelle condizioni giuste. L’investitura è diretta, non ha intermediari. E’ un mister di qualità. La società non lesinerà investimenti”. Ed ecco l’ex selezionatore azzurro che inizia, scherzando, su quello che è il suo ingaggio alla Salernitana. “Felice di ripartire da Salerno, una piazza che ricordo da sempre molto calorosa. – afferma – Vincere non è l’obiettivo, ma rivedere lo stadio pieno e vedere la passione della città. Vorrei essere ricordato per il tecnico che ha riportato la passione in questa meravigliosa piazza. Il mio stipendio non è di natura economica ma di vivere di adrenalina, di ritornare in campo. Non è un salto indietro, potrebbe essere l’inizio di un grande passo avanti”. Infine, la speranza del neo tecnico granata: “Ultima cadetteria è stata col Torino, sono riuscito a fare dalla B all’Europa League in tre anni. Granata con granata, spero di fare lo stesso”.